Post

Cos'è un āsana, Éric Baret

Immagine
  " Cos'è un  ā sana? L' ā sana è una forma privilegiata della Coscienza. E' una forma nella quale le energie possono dispiegarsi armoniosamente senza costrizione, per esprimere una particolarità della Coscienza, un livello specifico. ... Ogni āsana riflette la Coscienza, ma ogni volta attraverso una colorazione leggermente diversa, come ogni musica riflette la stessa tranquillità, ma con una forma leggermente differente. Gli  ā sana, ugualmente, sono una musica specifica della Coscienza. E' uno spazio di grande ricettività dell'energia interna. Ogni  ā sana  stimola una zona specifica del corpo. L'energia durante  ā sana si accumulerà in quella regione, non può circolare altrove. Al ritorno dall' ā sana, l'energia sale nei circuiti interni e brucia gli ingombri vicini al luogo dov'era il nodo dell' ā sana. Ogni  ā sana tocca diversi spazi dell'essere. L'esperienza sensoriale scopre la contrazione e l'espansione in quanto Coscien

Corsi 2022-23

Immagine
Dal 20 settembre riprenderanno le attività di gruppo, sarò felice di incontrarvi e condividere con voi alcune piccole e preziose novità. Una la scoprirete entrando in studio, l'altra riguarda una serie di incontri tematici su diversi argomenti: il primo ciclo sarà dedicato al respiro. Le lezioni  YOGA  settimanali presso lo Studio Sundaram a Ivrea riprendono  martedì 20 settembre  con i consueti orari: - martedì 19,30-20,45 - giovedì 13-14 e 18,30-20,45 . -->  Serie di 5 incontri che si terranno il martedì (18,15-19,15) e si concluderanno con una lezione di approfondimento al sabato (10-12,15). Il primo ciclo avrà come argomento  la  respirazione , le date previste sono: martedì 11,18, 25 ottobre e 8 e 15 novembre e sabato 19 novembre.  . -  venerdì 30 SETTEMBRE ore 20,30-21,30:  RILASSAMENTO ARMONICO con le CAMPANE TIBETANE  Incontro aperto a tutti, non è necessaria alcuna preparazione, solamente il desiderio di farsi portare dalla vibrazione sonora e rilassarsi pro

Possiamo dire che tutta la nostra struttura è fatta di suoni, Jean Klein

Immagine
D. Si dice che vi siano dei suoni che possono attivare l'energia... Jean Klein: "Possiamo dire che tutta la nostra struttura è fatta di suoni.  Ogni organo del nostro corpo ha il suo suono. Così nel pronunciare e nell'ascoltare suoni, organi diversi vengono autonomamente coinvolti, stimolati. Quando si parla di malattia, si intende che un certo organo ha smarrito il suo vero suono. Perciò attraverso il suono lei può ricondurlo alla vita.  Quando non vi sono disturbi ma semplice funzionamento, si ha il presentimento della propria vera natura.  Vi sono dei momenti di quiete in cui non c'è nulla da fare, nulla da temere né da fuggire. Si intoni meglio a questi momenti, dietro l'energia e la funzione non metta l'accento sull'energia, l'oggetto, il corpo, i sensi e la mente. Questi vengono percepiti. Perciò nasce la domanda: chi è colui che percepisce? E poiché lei non potrà mai percepire colui che percepisce, la mente giunge ad uno stop, conosce un arresto.

Veglia o sonno, realtà o illusione? Il segreto della dea Tripura

Immagine
  Il segreto della Dea Tripura: "O re, hai ben visto questa roccia non misura più di un miglio. E tuttavia tu hai scorto chiaramente al suo interno un universo pienamente dispiegato. Era veglia o sogno, realtà o illusione? Il giorno che abbiamo trascorso al suo interno è durato al di fuori centoventi milioni di anni. Prova a stabilire quale dei due periodi è vero e quale è falso? Non è possibile prendere una decisione a riguardo: è come se fossero due sogni differenti. Sappi che questo nostro mondo è intimamente costituito dall'immaginazione creatrice e null'altro. Nel medesimo istante in cui tale immaginazione viene meno, l'universo stesso si dissolve. Cessa dunque di affliggerti, o re, e comprendi infine che il mondo è simile a un sogno. Considera fermamente che il tuo Sé, sostanziato di coscienza, consiste della variegata superficie del sogno e ivi si riflette come in uno specchio, e del pari sforzati di comprendere la superficie speculare della veglia come il tuo s

Massaggio sonoro con campane tibetane

Immagine
Preziosi strumenti, presenti in Tibet sin dal V secolo a.C., le  campane tibetane  sono note per la piacevolezza della loro sonorità avvolgente data dalla risonanza degli armonici.  La medicina  orientale include nella conformazione del corpo umano, non solo le parti più materiche, ma anche le parti più sottili composte di vibrazioni e onde di energia.  Un organismo sano vibra ad una giusta frequenza  come uno strumento musicale  ben accordato. Quando il corpo non è in equilibrio la frequenza è distorta.  Il massaggio attraverso il suono delle ciotole stimola un processo di auto guarigione e di armonizzazione sintonizzando l'organismo e dona una sensazione di profondo benessere.  Le campane tibetane sono simili a coppe, forgiate con una lega di sette metalli corrispondenti ai sette pianeti: oro-Sole, argento-Luna, ferro-Marte, stagno-Giove, rame-Venere, piombo-Saturno, mercurio-Mercurio. Le campane producono suoni in armonia con le vibrazioni delle sfere celesti, le quali a loro

Centri vitali simili ai loti, Sri Anandamayi Ma

Immagine
Sri Ma e Bholanath erano seduti e sul pavimento erano disegnate alcune immagini. Bholanat disse: "Vostra Madre ha disegnato queste immagini dei centri vitali all'interno del corpo."  Udendo ciò Ella disse: "Mentre camminavo, verso mezzogiorno mi sono seduta qui in una posizione yoga e ho visto alcuni centri vitali simili ai loti, dal centro più alto nel cervello giù lungo la spina dorsale fino al punto più basso, a pochi pollici di distanza uno dall'altro. Ho visto chiaramente che a partire dall'estremità inferiore della spina dorsale vi sono tanti centri sottilissimi, dei quali solo sei principali sono stati disegnati qui. Non li ho disegnati deliberatamente, la mano si è mossa da sola sul pavimento e così sono venute fuori queste figure.  Dovete sapere che attraverso questi centri vitali di nervi che s'intrecciano operano impulsi ereditari, le tendenze acquisite, le emozioni, i vari stimoli, i cicli di pensiero, le nozioni di vita e di morte, ecc., che

Rilassamento armonico con campane tibetane

Immagine
Il rilassamento armonico , detto anche bagno sonoro, è un concerto meditativo: in una posizione comoda, sdraiati sul tappetino, ci si lascia impregnare dal suono e si galleggia sulle onde acustiche.  La musica prodotta dal suono delle campane tibetane si propaga, le diverse sonorità si intercalano e ci sorprendono, la risonanza si diffonde nello spazio e nel corpo.  Questo ci porta ad un rilassamento profondo, le tensioni si rilasciano, si raggiunge uno stato mentale di leggerezza o stato sonno veglia - onde cerebrali di tipo Alpha e di tipo Theta.   La pace esperita consente l'accesso alle nostre intuizioni, alla nostra creatività e facilita il rinnovamento.  Le frequenze armoniche imbevono   ogni luogo, dentro e fuori,  così anche nel corpo dove ogni cellula vibra in armonia con esse.  Il riverbero del bagno sonoro ricevuto sarà presente anche nei giorni successivi, donando energia e tranquillità.   Il rilassamento armonico con le campane tibetane è proposto con incontri serali d